CHI SIAMO

La "famiglia" del Collegio Culinario è formata da giovani ragazzi che condividono la passione per la cucina, il buon vino e la voglia di aumentare le proprie competenze per poter emozionarsi ed emozionare. Capitanati dallo Chef Michele Marchi e dalla Sommelier Lisa Perini il Collegio è un ambiente moderno e colorato, dove poter assaggiare piatti unici o reinterpretazioni di grandi classici italiani o da altre culture gastronomiche.

Dove siamo partiti...

Le Origini e l'idea su cui tutto si basa

Avete presente quando state facendo qualcosa e vi accorgete per un istante di non sapere il perchè? Spaesati da una situazione? Così è iniziato il viaggio dello Chef Michele Marchi, da responsabile della comunicazione per un azienda web, aveva un sogno nel cassetto, un idea che prendeva forma e l’amore per la cucina prese il sopravvento. Cosi che è iniziato il percorso del Collegio Culinario, nome deciso dallo Chef già a 23 anni e proprio quell’anno il 2013, inizia il percorso di formazione ad “Alma, la scuola internazionale di cucina italiana”, da qui inizia lavorando nei miglior ristoranti italiani passando dallo Chef Herbert Hintner patron del ristorante una stella Michelin “Zur Rose” a Bolzano, tra filari di vigne e meleti incredibili, successivamente si ritrova nella cucina esplosiva dello Chef Cristiano Tomei patron del ristorante una stella michelin “L’imbuto” a Lucca, città natale dello Chef Michele Marchi, dopo un anno si ritrova in una delle migliori cucine al mondo dallo Chef Massimiliano Alajmo al ristornate “Le Calandre” a padova, ristorante tristellato Michelin, con lo chef tristellato più giovane al mondo.

Dopo queste esperienze, torna nella sua Lucca, nell’arco di 3 anni diventa responsabile di cucina e responsabile di alcuni ristoranti della zona, aspettando il momento giusto per aprire il suo locale.

Occasione che capita il 5 di maggio 2022, durante la 1′ ondata Covid, una delle situazioni peggiori che si siano viste a livello mondiale, ma grazie alla Sommelier Lisa Perini, responsabile di sala e al supporto di tutta la famiglia del Collegio Culinario siamo ancora qui, in crescita a sviluppare una cucina dinamica, che rimbalza tra tradizione e innovazione, dove l’idea alla base è emozionare le vostre papille gustative con una cucina di pancia e del nettare di bacco ad accompagnarvi. Alla fine la cucina, è il convivio, la risata, la chicchiera, l’appagamento nella digestione, quel senso di calore che ci fa ricordare l’amore per la tavola, quella tavola che per noi italiani conta, conta in quanto è l’idea di famiglia.

La nostra filosofia

Siamo aperti alla contaminazione da parte di altre culture gastronomiche, uscendo dalla confort zone possiamo imparare ed apprendere nuove tecniche e nuove cucine che ci possano emozionare. Il concetto di base del Collegio Culinario si basa sul volervi far provare un emozione di frenesia sulle papille gustative, vogliamo esprimere quella sensazione in cui, dopo il primo assaggio, si vuole fare subito il secondo e il terzo, cosi via. Partendo dalla tradizione, rievocandola, trasformandola o creando piatti nuovi, il fulcro di tutto è sempre quella sensazione di appagamento, che si prova gustando del buon cibo.

Il percorso, durante il covid

Immaginatevi di aver custodito per circa 7 anni un idea, con la cura con cui terreste un vaso di pregiata ceramica giapponese, decidete dopo 7 anni di metterlo in mostra, avendo preso tutte le precauzioni del caso, ed esattamente qualche giorno dopo scoprite che una mandria di 1000 bufali imbizzarriti stia arrivando a tutta velocità senza che voi possiate fermarli, diretti contro il vostro vaso e l’unica cosa che potete fare è sperare che non colpiscano il sostegno e tenerlo voi stretto al vostro petto cercando di allontanare i bufali. Questo rappresenta molto bene il sogno di aprire il “Collegio Culinario” concretizzatosi durante il covid-19. Il primo anno è stata un introspezione personale, cambiavamo menu in continuazione in base alle nuove direttive covid-19, solo delivery e asporto e facevi un menu, solo all’esterno e cambiavi il menu e poi nuovamente si tronava in lockdown e quindi cambia di nuovo il menu, un esperienza difficile ma che ci ha fatto crescere. Ad oggi vediamo una luce in fondo al tunnel di questa epidemia, molto debole ma c’è. Il Collegio cresce ogni giorno di più insieme alla sua clientela, il percorso è sempre lungo, ma insieme alla famiglia del Collegio e ai suoi clienti riusciremo in grandi cose, ne siamo convinti.

Non esiste miglior tempo di quello speso con le gambe sotto il tavolo. Mangiare è come leggere, ma con occhi diversi.

—Michele Marchi—

Amici del Collegio

Rimani aggiornato su tutte le novità della cucina del Collegio, sconti e promozioni.

Abbiamo a cuore la tua privacy.

Collegio Culinario di Michele Marchi
Viale Gaetano Luporini, 1105/B
55100 Lucca (Lu)
P.IVA: 02565140460